LE RANE di Aristofane - Regia di LICIA LANERA

IL SAGGIO DI DIPLOMA DEGLI ALLIEVI DEL TERZO ANNO

Regia di Licia Lanera
Trainer – Danilo Giuva
Assistente alla regia – Ilaria Bisozzi
Disegno luci – Martin Emanuel Palma
Trucco - Accademia di Trucco Professionale

con
Maria Campana
Ludovico Cinalli
Gin Ambra
Gian Maria Labanchi
Beatrice Mitruccio
Anna Pagnozzi
Paolo Perrone
Laura Petrone
Maria Chiara Scicolone

e con la partecipazione degli Allievi di Primo Anno
Martina Abbruzzetti, Annino Isolina, Andrea Barocci, Salvatore Cartelli, Elena Contrino, Emanuela Pfuipfui Cordova, Ilaria Costa, Annachiara Fanelli, Maria Grazia Mancino, Daniele Mezzasalma, Eleonora Stranges

presso il TEATRO BIBLIOTECA QUARTICCIOLO

Dioniso, il dio del teatro, si reca nell’oltretomba per riportare alla vita Euripide. Ma questi è assorto in un furioso litigio con Eschilo per stabilire chi dei due sia il più grande poeta tragico. Dioniso si fa giudice e, scegliendo di anteporre il senso della giustizia e il bene dei cittadini alle proprie preferenze personali, finisce per dare la palma della vittoria ad Eschilo, che dovrà salvare Atene dalla situazione disastrosa in cui si trova. Eschilo accetta di tornare tra i vivi lasciando a Sofocle il trono alla destra di Plutone, a patto che non lo ceda mai a Euripide. LE RANE DI ARISTOFANE, un testo che ha visto la luce la prima volta nel 405 a.C., dimostra quanto siano rimaste sorprendentemente immutate le dinamiche sociali e politiche del genere umano negli ultimi 2500 anni e di quanto, ancora oggi, si possa ridere consapevolmente con un testo cronologicamente così lontano. Un testo comico e grottesco come questo, richiede un lavoro rigoroso che si basa sull'equilibrio tra il basso e l'alto e tra l'esplosione e la sottrazione, sull'abbruttimento di sé e l'ironia dei propri vizi. C'era un tempo, ci dice Aristofane in questa commedia, in cui il ruolo dei poeti, era fondamentale nella società. C'era un tempo in cui il teatro era visto da migliaia di persone e aveva un valore didattico. Portare i ragazzi al diploma d'accademia, con un testo che ci dice che gli intellettuali, i maestri, gli artisti, possono “salvare una città” è una cosa importante, una scelta politica.
LICIA LANERA

PREVENDITA su www.marteticket.it
Sabato 6 luglio, ore 21
Domenica 7 luglio, ore 17

LE RANE di Aristofane - Regia di LICIA LANERA